Spedizioni gratis da 50€ | Buono sconto del 5% per pagamenti con carta di credito o bonifico bancario per gli acquisti successivi
0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Pomate per Dolore

Proctosoll Crema Rettale 30g -48%

Proctosoll Crema Rettale 30g

€ 11,50 € 5,98

DENOMINAZIONE PROCTOSOLL 'CREMA RETTALE'PROCTOSOLL 'CREMA RETTALE' CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Antiemorroidali per uso topico, prodotti a base di corticosteroidi.Antiemorroidali per uso topico, prodotti a base di corticosteroidi. PRINCIPI ATTIVI g 100 di crema contengono: benzocaina g 5; idrocortisone acetato g 0,5g 100 di crema contengono: benzocaina g 5; idrocortisone acetato g 0,5; eparina sodicau 5.000.; eparina sodicau 5.000. ECCIPIENTI Alcool cetostearilico, isopropilmiristato, glicole propilenico, macrogAlcool cetostearilico, isopropilmiristato, glicole propilenico, macrogol cetostearil etere, dimeticone, isotiazolinone, levomentolo, EDTA diol cetostearil etere, dimeticone, isotiazolinone, levomentolo, EDTA disodico, butilidrossianisolo, acqua depurata.sodico, butilidrossianisolo, acqua depurata. INDICAZIONI Trattamento sintomatico di emorroidi esterne non complicate.Trattamento sintomatico di emorroidi esterne non complicate. CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR Ipersensibilita' verso i componenti o altre sostanze strettamente corrIpersensibilita' verso i componenti o altre sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico. Lesioni cutanee di natura tubercolarelate dal punto di vista chimico. Lesioni cutanee di natura tubercolare. Infezioni virali.e. Infezioni virali. POSOLOGIA Nelle forme acute, in particolare dopo l'evacuazione, applicare la creNelle forme acute, in particolare dopo l'evacuazione, applicare la crema 2-3 volte al giorno. Non superare le dosi consigliate.ma 2-3 volte al giorno. Non superare le dosi consigliate. CONSERVAZIONE Conservare a temperatura non superiore a 30 gradi C.Conservare a temperatura non superiore a 30 gradi C. AVVERTENZE Dopo breve periodo di trattamento, senza risultati apprezzabili, consuDopo breve periodo di trattamento, senza risultati apprezzabili, consultare il medico. L'applicazione eccessiva e/o per periodi prolungati dltare il medico. L'applicazione eccessiva e/o per periodi prolungati di cortisonici puo' dare origine a reazioni generalizzate da assorbimeni cortisonici puo' dare origine a reazioni generalizzate da assorbimento sistemico. L'impiego, specie se prolungato, di prodotti per uso topto sistemico. L'impiego, specie se prolungato, di prodotti per uso topico puo' dar luogo a fenomeni di sensibilizzazione. In tal caso e' necico puo' dar luogo a fenomeni di sensibilizzazione. In tal caso e' necessario interrompere il trattamento ed istituire una terapia idonea. Lessario interrompere il trattamento ed istituire una terapia idonea. L'efficacia e la sicurezza della benzocaina dipendono da un corretto do'efficacia e la sicurezza della benzocaina dipendono da un corretto dosaggio; bisogna pertanto impiegare la quantita' minima del preparato ssaggio; bisogna pertanto impiegare la quantita' minima del preparato sufficiente ad ottenere l'effetto desiderato applicandolo con cautela nufficiente ad ottenere l'effetto desiderato applicandolo con cautela nei soggetti con mucose gravemente danneggiate o sede di processi infiaei soggetti con mucose gravemente danneggiate o sede di processi infiammatori che potrebbero causare un assorbimento eccessivo del principiommatori che potrebbero causare un assorbimento eccessivo del principioattivo. Un elevato assorbimento della benzocaina puo' procurare graviattivo. Un elevato assorbimento della benzocaina puo' procurare gravireazioni in particolare nei bambini e nei pazienti anziani. Proctosolreazioni in particolare nei bambini e nei pazienti anziani. Proctosoll contiene glicole propilenico Questo medicinale contiene 25 mg di glil contiene glicole propilenico Questo medicinale contiene 25 mg di glicole propilenico per dose equivalenti a 25 mg/g. Proctosoll contiene bcole propilenico per dose equivalenti a 25 mg/g. Proctosoll contiene butilidrossianisolo Puo' causare reazioni sulla pelle localizzate (ad eutilidrossianisolo Puo' causare reazioni sulla pelle localizzate (ad es. dermatite da contatto) o irritazione agli occhi e alle mucose. Procs. dermatite da contatto) o irritazione agli occhi e alle mucose. Proctosoll contiene alcool cetostearilico Puo' causare reazioni sulla pelltosoll contiene alcool cetostearilico Puo' causare reazioni sulla pelle localizzate (ad es. dermatite da contatto). Tenere il medicinale fuoe localizzate (ad es. dermatite da contatto). Tenere il medicinale fuori dalla portata dei bambini.ri dalla portata dei bambini. INTERAZIONI Particolare attenzione nell'uso deve essere osservata in concomitanzaParticolare attenzione nell'uso deve essere osservata in concomitanzacon altri trattamenti anticoagulanti.con altri trattamenti anticoagulanti. EFFETTI INDESIDERATI Localmente possono manifestarsi, talora, senso di bruciore, irritazionLocalmente possono manifestarsi, talora, senso di bruciore, irritazione, secchezza della cute, follicoliti, eruzioni acneiche, ipertricosi,e, secchezza della cute, follicoliti, eruzioni acneiche, ipertricosi,iperpigmentazione ed atrofia cutanea. All'eventuale comparsa di qualchiperpigmentazione ed atrofia cutanea. All'eventuale comparsa di qualche reazione locale tipica della corticoterapia, si puo' ovviare sospende reazione locale tipica della corticoterapia, si puo' ovviare sospendendo il trattamento.endo il trattamento. GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO Nelle donne in stato di gravidanza l'impiego deve essere effettuato soNelle donne in stato di gravidanza l'impiego deve essere effettuato solo in caso di effettiva necessita' e sotto il diretto controllo del melo in caso di effettiva necessita' e sotto il diretto controllo del medico.dico.

Aggiungi al carrello

5,98

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Voltaren Emulgel Gel 120g 1% -14%

Voltaren Emulgel Gel 120g 1%

€ 12,90 € 11,11

DENOMINAZIONE: VOLTAREN EMULGEL 1% GEL CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA: Farmaci per uso topico per dolori articolari e muscolari, antinfiammat ori non steroidei per uso topico. PRINCIPI ATTIVI: 100 g di gel contengono 1,16 g di diclofenac dietilammonio, equivalent i a 1 g di diclofenac sodico. ECCIPIENTI: Dietilamina, carbomeri, macrogol cetostearile etere, cocoile capriloca prato, alcool isopropilico, paraffina liquida, profumo Cream 45 (conti ene benzile benzoato), glicole propilenico, acqua depurata. INDICAZIONI: Trattamento locale di stati dolorosi e flogistici di natura reumatica o traumatica delle articolazioni, dei muscoli, dei tendini e dei legam enti. CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDARI: Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Pazienti nei quali si sono verificati attacchi d'asma, orticaria o riniti acute dopo assunzione di acido acetilsalicilico o di altri farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). Terzo trimestre di gravidanza. Bambini e adolescenti: l'uso nei bambini e negli adolescenti di eta' inferiore ai 14 anni e' controindicato. POSOLOGIA: Adulti al di sopra dei 18 anni: 3 o 4 volte al giorno sulla zona da trattare, frizionando leggermente. Il quantitativo da applicare dipende dalla dimensione della parte interessata. Dopo l'applicazione, lavarsi le mani, altrimenti risulteranno anch'esse trattate con il gel. Usare solo per brevi periodi di trattamento. Adolescenti dai 14 ai 18 anni: 3 o 4 volte al giorno sulla zona da trattare, frizionando leggermente . Il quantitativo da applicare dipende dalla dimensione della parte in teressata. Dopo l'applicazione, lavarsi le mani, altrimenti risulteranno anch'esse trattate con il gel. Se questo prodotto e' necessario per piu' di 7 giorni per alleviare il dolore o se i sintomi peggiorano, rivalutare la terapia. Bambini al di sotto dei 14 anni: l'uso del gel e ' controindicato nei bambini al di sotto sei 14 anni di eta'. Anziani (al di sopra dei 65 anni): puo' essere impiegato il dosaggio abituale previsto per gli adulti. CONSERVAZIONE: Tubo da 60 g, 100 g, 120 g, 150 g gel e 120 g di gel 1% con tappo applicatore: conservare a temperatura inferiore a 30 gradi C. Contenitore sotto pressione da 50 g: conservare a temperatura inferiore a 30 gradi C. Attenzione: il contenitore e' sotto pressione: conservare al riparo della luce diretta del sole, non perforare, ne' bruciare il contenitore nemmeno dopo l'uso. AVVERTENZE: La possibilita' di eventi avversi sistemici con l'applicazione di diclofenac topico non puo' essere esclusa se il preparato viene usato su aree cutanee estese e per un periodo prolungato. Il diclofenac topico deve essere applicato solamente su cute intatta, non malata, e non su ferite cutanee o lesioni aperte. Non deve essere lasciato entrare in contatto con gli occhi o membrane mucose e non deve essere ingerito. Interrompere il trattamento se si sviluppa rash cutaneo dopo applicazione del prodotto. Il diclofenac topico puo' essere usato con bendaggi non occlusivi, ma non deve essere usato con un bendaggio occlusivo che non lasci passare aria. Contiene glicole propilenico e benzile benzoato che possono causare irritazione cutanea. INTERAZIONI: Poiche' l'assorbimento sistemico di diclofenac a seguito di un'applicazione topica e' molto basso, tali interazioni sono molto improbabili. EFFETTI INDESIDERATI: Le reazioni avverse sono elencate per frequenza utilizzando la seguent e convenzione: molto comune (>=1/10), comune (>= 1 / 100, <1 / 10); no n comune (>= 1 / 1.000, <1 / 100); raro (>= 1 / 10.000, <1 / 1.000); m olto raro (<1 / 10.000); non nota (la frequenza non puo' essere definita sulla base dei dati disponibili. Disturbi del sistema immunitario; molto raro: ipersensibilita' (inclusa orticaria), edema angioneurotico . Infezioni e infestazioni; molto raro: rash con pustole. Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche; molto raro: asma. Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo. Comune: rash, eczema, eritema, der matite (inclusa dermatite da contatto), prurito; raro: dermatite bollosa; molto raro: reazione di fotosensibilita', reazioni allergiche. GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO: La concentrazione sistemica di diclofenac confrontata con formulazioni orali, e' piu' bassa dopo somministrazione topica. L'inibizione della sintesi di prostaglandine puo' interessare negativamente la gravidanza e/o lo sviluppo embrio/fetale. Risultati di studi epidemiologici suggeriscono un aumentato rischio di aborto e di malformazione cardiaca e di gastroschisi dopo l'uso di un inibitore della sintesi delle prosta glandine nelle prime fasi della gravidanza. E' stato ritenuto che il rischio aumenta con la dose e la durata della terapia. Durante il primo e il secondo trimestre di gravidanza, il diclofenac non deve essere somministrato se non in casi strettamente necessari. Se il diclofenac e ' usato da una donna in attesa di concepimento, o durante il primo e secondo trimestre di gravidanza, la dose deve essere mantenuta piu' bassa possibile e la durata del trattamento piu' breve possibile. Durante il terzo trimestre di gravidanza, tutti gli inibitori della sintesi di prostaglandine possono esporre il feto a: tossicita' cardiopolmonare; disfunzione renale, che puo' progredire in insufficienza renale con oligo-idroamnios; la madre e il neonato, alla fine della gravidanza, a : possibile prolungamento del tempo di sanguinamento, ed effetto anti aggregante che puo' occorrere anche a dosi molto basse; inibizione delle contrazioni uterine risultanti in ritardo o prolungamento del travaglio. Conseguentemente, il diclofenac e' controindicato durante il terzo trimestre di gravidanza. Il diclofenac passa nel latte materno in piccole quantita'. Tuttavia, alle dosi terapeutiche non sono previsti effetti sul lattante. Il prodotto deve essere usato durante l'allattamento solo sotto consiglio di un professionista sanitario. In questa circostanza, non deve essere applicato sul seno delle madri che allattano, ne' altrove su aree estese di pelle o per un periodo prolungato di tempo.

Aggiungi al carrello

11,11

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Voltaren Emulgel 1% Gel 100g -8%

Voltaren Emulgel 1% Gel 100g

€ 12,25 € 11,21

VOLTAREN EMULGEL 1% GEL   CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA: Farmaci per uso topico per dolori articolari e muscolari, antinfiammatori non steroidei per uso topico.   PRINCIPI ATTIVI: 100 g di gel contengono 1,16 g di diclofenac dietilammonio, equivalent i a 1 g di diclofenac sodico.   ECCIPIENTI: Dietilamina, carbomeri, macrogol cetostearile etere, cocoile capriloca prato, alcool isopropilico, paraffina liquida, profumo Cream 45 (conti ene benzile benzoato), glicole propilenico, acqua depurata.   INDICAZIONI: Trattamento locale di stati dolorosi e flogistici di natura reumatica o traumatica delle articolazioni, dei muscoli, dei tendini e dei legam enti.   CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR: Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipien ti. Pazienti nei quali si sono verificati attacchi d'asma, orticaria o riniti acute dopo assunzione di acido acetilsalicilico o di altri far maci antinfiammatori non steroidei (FANS). Terzo trimestre di gravidan za. Bambini e adolescenti: l'uso nei bambini e negli adolescenti di et a' inferiore ai 14 anni e' controindicato.   POSOLOGIA: Adulti al di sopra dei 18 anni: 3 o 4 volte al giorno sulla zona da tr attare, frizionando leggermente. Il quantitativo da applicare dipende dalla dimensione della parte interessata. Dopo l'applicazione, lavarsi le mani, altrimenti risulteranno anch'esse trattate con il gel. Usare solo per brevi periodi di trattamento. Adolescenti dai 14 ai 18 anni: 3 o 4 volte al giorno sulla zona da trattare, frizionando leggermente . Il quantitativo da applicare dipende dalla dimensione della parte in teressata. Dopo l'applicazione, lavarsi le mani, altrimenti risulteran no anch'esse trattate con il gel. Se questo prodotto e' necessario per piu' di 7 giorni per alleviare il dolore o se i sintomi peggiorano, r ivalutare la terapia. Bambini al di sotto dei 14 anni: l'uso del gel e ' controindicato nei bambini al di sotto sei 14 anni di eta'. Anziani (al di sopra dei 65 anni): puo' essere impiegato il dosaggio abituale previsto per gli adulti.   CONSERVAZIONE: Tubo da 60 g, 100 g, 120 g, 150 g gel e 120 g di gel 1% con tappo appl icatore: conservare a temperatura inferiore a 30 gradi C. Contenitore sotto pressione da 50 g: conservare a temperatura inferiore a 30 gradi C. Attenzione: il contenitore e' sotto pressione: conservare al ripar o della luce diretta del sole, non perforare, ne' bruciare il contenit ore nemmeno dopo l'uso.   AVVERTENZE: La possibilita' di eventi avversi sistemici con l'applicazione di dicl ofenac topico non puo' essere esclusa se il preparato viene usato su a ree cutanee estese e per un periodo prolungato. Il diclofenac topico d eve essere applicato solamente su cute intatta, non malata, e non su f erite cutanee o lesioni aperte. Non deve essere lasciato entrare in co ntatto con gli occhi o membrane mucose e non deve essere ingerito. Int errompere il trattamento se si sviluppa rash cutaneo dopo applicazione del prodotto. Il diclofenac topico puo' essere usato con bendaggi non occlusivi, ma non deve essere usato con un bendaggio occlusivo che no n lasci passare aria. Contiene glicole propilenico e benzile benzoato che possono causare irritazione cutanea.   INTERAZIONI: Poiche' l'assorbimento sistemico di diclofenac a seguito di un'applica zione topica e' molto basso, tali interazioni sono molto improbabili.   EFFETTI INDESIDERATI: Le reazioni avverse sono elencate per frequenza utilizzando la seguent e convenzione: molto comune (>=1/10), comune (>= 1 / 100, <1 / 10); no n comune (>= 1 / 1.000, <1 / 100); raro (>= 1 / 10.000, <1 / 1.000); m olto raro (<1 / 10.000); non nota (la frequenza non puo' essere defini ta sulla base dei dati disponibili. Disturbi del sistema immunitario; molto raro: ipersensibilita' (inclusa orticaria), edema angioneurotico . Infezioni e infestazioni; molto raro: rash con pustole. Patologie re spiratorie, toraciche e mediastiniche; molto raro: asma. Patologie del la cute e del tessuto sottocutaneo. Comune: rash, eczema, eritema, der matite (inclusa dermatite da contatto), prurito; raro: dermatite bollo sa; molto raro: reazione di fotosensibilita', reazioni allergiche.   GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO: La concentrazione sistemica di diclofenac confrontata con formulazioni orali, e' piu' bassa dopo somministrazione topica. L'inibizione della sintesi di prostaglandine puo' interessare negativamente la gravidanz a e/o lo sviluppo embrio/fetale. Risultati di studi epidemiologici sug geriscono un aumentato rischio di aborto e di malformazione cardiaca e di gastroschisi dopo l'uso di un inibitore della sintesi delle prosta glandine nelle prime fasi della gravidanza. E' stato ritenuto che il r ischio aumenta con la dose e la durata della terapia. Durante il primo e il secondo trimestre di gravidanza, il diclofenac non deve essere s omministrato se non in casi strettamente necessari. Se il diclofenac e ' usato da una donna in attesa di concepimento, o durante il primo e s econdo trimestre di gravidanza, la dose deve essere mantenuta piu' bas sa possibile e la durata del trattamento piu' breve possibile. Durante il terzo trimestre di gravidanza, tutti gli inibitori della sintesi d i prostaglandine possono esporre il feto a: tossicita' cardiopolmonare ; disfunzione renale, che puo' progredire in insufficienza renale con oligo-idroamnios; la madre e il neonato, alla fine della gravidanza, a : possibile prolungamento del tempo di sanguinamento, ed effetto antia ggregante che puo' occorrere anche a dosi molto basse; inibizione dell e contrazioni uterine risultanti in ritardo o prolungamento del travag lio. Conseguentemente, il diclofenac e' controindicato durante il terz o trimestre di gravidanza. Il diclofenac passa nel latte materno in pi ccole quantita'. Tuttavia, alle dosi terapeutiche non sono previsti ef fetti sul lattante. Il prodotto deve essere usato durante l'allattamen to solo sotto consiglio di un professionista sanitario. In questa circ ostanza, non deve essere applicato sul seno delle madri che allattano, ne' altrove su aree estese di pelle o per un periodo prolungato di tempo.

Aggiungi al carrello

11,21

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Voltaren Emulgel 60g 2% -14%

Voltaren Emulgel 60g 2%

€ 13,90 € 11,96

Voltaren Emulgel 60g 2 PRINCIPI ATTIVI: Diclofenac sodico. ECCIPIENTI: Butilidrossitoluene, carbomeri, cocoile caprilocaprato, dietilammina, alcool isopropilico, paraffina liquida, macrogol cetostearile etere, a lcool oleico, glicole propilenico, profumo eucalipto pungente, acqua d epurata.   INDICAZIONI: Trattamento locale di stati dolorosi e flogistici di natura reumatica o traumatica delle articolazioni (come ad esempio osteoartrosi e artri ti), dei muscoli (come ad esempio contratture o lesioni), dei tendini e dei legamenti (come ad esempio tendiniti).   CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR: Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipien ti elencati; anamnesi di attacchi d'asma, orticaria o rinite acuta a s eguito dell'assunzione di acido acetilsalicilico o di altri farmaci an tinfiammatori non steroidei (FANS); durante il terzo trimestre di grav idanza; l'uso nei bambini e negli adolescenti di eta' inferiore ai 14 anni e' controindicato.   POSOLOGIA: Adulti al di sopra dei 18 anni: il medicinale dona sollievo dal dolore fino a 12 ore. Applicare il farmaco gel 2 volte al giorno sulla zona da trattare (preferibilmente il mattino e la sera), frizionando legger mente. Il quantitativo da applicare dipende dalla dimensione della par te interessata. Per esempio 2-4 g (quantitativo di dimensioni variabil i tra una ciliegia e una noce) sono sufficienti per trattare un'area d i 400-800 cm^2. Dopo l'applicazione lavarsi le mani, altrimenti risult eranno anch'esse trattate con il gel. Usare solo per brevi periodi di trattamento. La durata del trattamento dipende dall'indicazione d'uso e dalla risposta clinica. Il gel non deve essere usato per piu' di 14 giorni senza il consiglio del medico. Adolescenti dai 14 ai 18 anni: a pplicare il medicinale 2 volte al giorno sulla zona da trattare (prefe ribilmente il mattino e la sera), frizionando leggermente. Il quantita tivo da applicare dipende dalla dimensione della parte interessata. Pe r esempio 2-4 g (quantitativo di dimensioni variabili tra una ciliegia e una noce) sono sufficienti per trattare un'area di 400-800 cm^2. Do po l'applicazione, lavarsi le mani, altrimenti risulteranno anch'esse trattate con il gel. Bambini al di sotto dei 14 anni: sono disponibili dati insufficienti sull'efficacia e la sicurezza nei bambini e negli adolescenti al di sotto dei 14 anni. Pertanto, l'uso del prodotto e' c ontroindicato nei bambini al di sotto dei 14 anni di eta'. Anziani (al di sopra dei 65 anni): puo' essere impiegato il dosaggio abituale pre visto per gli adulti.   CONSERVAZIONE: Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conser vazione.   AVVERTENZE: La possibilita' di eventi avversi sistemici con l'applicazione del far maco non puo' essere esclusa se il preparato viene usato su aree cutan ee estese e per un periodo prolungato. Il medicinale deve essere appli cato solamente su cute intatta, non malata, e non su ferite cutanee o lesioni aperte. Non deve essere lasciato entrare in contatto con gli o cchi o membrane mucose e non deve essere ingerito. Interrompere il tra ttamento se si sviluppa rash cutaneo dopo applicazione del prodotto. I l prodotto puo' essere usato con bendaggi non occlusivi, ma non deve e ssere usato con un bendaggio occlusivo che non lasci passare aria. Il farmaco contiene glicole propilenico. Puo' causare irritazione cutanea . Il gel contiene butilidrossitoluene. Puo' causare reazioni cutanee l ocali (ad es. dermatiti da contatto) o irritazione degli occhi e delle mucose.   INTERAZIONI: Poiche' l'assorbimento sistemico di diclofenac a seguito di un'applica zione topica e' molto basso, le interazioni sono molto improbabili.   EFFETTI INDESIDERATI: Gli effetti indesiderati includono reazioni cutanee lievi e transitori e al sito di applicazione. In casi molti rari, si possono verificare r eazioni allergiche. Gli effetti indesiderati sono elencati di seguito per organo, apparato/sistema e per frequenza MedDRA. Le frequenze sono definite come: molto comune (>= 1/10) comune (>= 1/100 a <1/10); non comune (>= 1/1.000 a < 1/100); raro (>= 1/10.000 a < 1/1.000); molto r aro (< 1/10.000) non nota. Infezioni e infestazioni. Molto raro: rash con pustole. Disturbi del sistema immunitario. Molto raro: ipersensibi lita' (inclusa orticaria), angioedema. Patologie respiratorie, toracic he e mediastiniche. Molto raro: asma. Patologie della cute e del tessu to sottocutaneo. Comune: dermatite (inclusa dermatite da contatto), ra sh, eritema, eczema, prurito; raro: dermatite bollosa; molto raro: rea zione di fotosensibilita', reazioni allergiche. La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale e' importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale.   GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO: La concentrazione sistemica di diclofenac confrontata con formulazioni orali, e' piu' bassa dopo somministrazione topica. Facendo riferiment o all'esperienza con trattamento con FANS per somministrazione sistemi ca, si raccomanda quanto segue: l'inibizione della sintesi di prostagl andine puo' interessare negativamente la gravidanza e/o lo sviluppo em brio/fetale. Risultati di studi epidemiologici suggeriscono un aumenta to rischio di aborto e di malformazione cardiaca e di gastroschisi dop o l'uso di un inibitore della sintesi delle prostaglandine nelle prime fasi della gravidanza. Si ritiene che il rischio aumenta con la dose e la durata della terapia. Negli animali, la somministrazione di inibi tori della sintesi di prostaglandine ha mostrato di provocare un aumen to della perdita di pre e post-impianto e di mortalita' embrio-fetale; inoltre, un aumento di incidenza di varie malformazioni, inclusa quel la cardiovascolare, e' stato riportato in animali a cui erano stati so mministrati inibitori di sintesi delle prostaglandine, durante il peri odo organogenetico. Durante il primo e il secondo trimestre di gravida nza, diclofenac non deve essere somministrato se non in casi strettame nte necessari. Se diclofenac e' usato da una donna in attesa di concep imento, o durante il primo e secondo trimestre di gravidanza, la dose deve essere mantenuta piu' bassa possibile e la durata del trattamento piu' breve possibile. Durante il terzo trimestre di gravidanza, tutti gli inibitori della sintesi di prostaglandine possono esporre il feto a: tossicita' cardiopolmonare (con chiusura prematura del dotto arter ioso e ipertensione polmonare); disfunzione renale, che puo' progredir e in insufficienza renale con oligo-idroamnios; la madre e il neonato, alla fine della gravidanza, a: possibile prolungamento del tempo di s anguinamento, ed effetto antiaggregante che puo' occorrere anche a dos i molto basse; inibizione delle contrazioni uterine risultanti in rita rdo o prolungamento del travaglio. Diclofenac e' controindicato durant e il terzo trimestre di gravidanza. Come altri FANS, diclofenac passa nel latte materno in piccole quantita'. Tuttavia, alle dosi terapeutic he del medicinale non sono previsti effetti sul lattante. A causa dell a mancanza di studi controllati in donne che allattano, il prodotto de ve essere usato durante l'allattamento solo sotto consiglio di un prof essionista sanitario. In questa circostanza, il farmaco non deve esser e applicato sul seno delle madri che allattano, ne' altrove su aree es tese di pelle o per un periodo prolungato di tempo.

Aggiungi al carrello

11,96

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello
Voltaren Emulgel 100g 2% -8%

Voltaren Emulgel 100g 2%

€ 17,50 € 16,17

DENOMINAZIONE: VOLTAREN EMULGEL 2% GEL   CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA: Antinfiammatori non steroidei per uso topico.   PRINCIPI ATTIVI: Diclofenac dietilammonio.   ECCIPIENTI: Butilidrossitoluene, carbomeri, cocoile caprilocaprato, dietilammina, alcool isopropilico, paraffina liquida, macrogol cetostearile etere, a lcool oleico, glicole propilenico, profumo eucalipto pungente, acqua d epurata.   INDICAZIONI: Trattamento locale di stati dolorosi e flogistici di natura reumatica o traumatica delle articolazioni, dei muscoli, dei tendini e dei legamenti.   CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR: Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipien ti elencati; anamnesi di attacchi d'asma, orticaria o rinite acuta a s eguito dell'assunzione di acido acetilsalicilico o di altri farmaci an tinfiammatori non steroidei (FANS); durante il terzo trimestre di grav idanza; l'uso nei bambini e negli adolescenti di eta' inferiore ai 14 anni e' controindicato.   POSOLOGIA: Adulti al di sopra dei 18 anni. Il farmaco dona sollievo dal dolore fi no a 12 ore: applicare il farmaco 2 volte al giorno sulla zona da trat tare (preferibilmente il mattino e la sera), frizionando leggermente. Il quantitativo da applicare dipende dalla dimensione della parte inte ressata. Per esempio 2-4 g di prodotto (quantitativo di dimensioni var iabili tra una ciliegia e una noce) sono sufficienti per trattare un'a rea di 400-800 cm^2. Dopo l'applicazione lavarsi le mani, altrimenti r isulteranno anch'esse trattate con il gel. Usare solo per brevi period i di trattamento. La durata del trattamento dipende dall'indicazione d 'uso e dalla risposta clinica. Il gel non deve essere usato per piu' d i 14 giorni senza il consiglio del medico. Adolescenti dai 14 ai 18 an ni: applicare il farmaco 2 volte al giorno sulla zona da trattare (pre feribilmente il mattino e la sera), frizionando leggermente. Il quanti tativo da applicare dipende dalla dimensione della parte interessata. Dopo l'applicazione, lavarsi le mani, altrimenti risulteranno anch'ess e trattate con il gel. Bambini al di sotto dei 14 anni: sono disponibi li dati insufficienti sull'efficacia e la sicurezza nei bambini e negl i adolescenti al di sotto dei 14 anni. Pertanto, l'uso del prodotto e' controindicato nei bambini al di sotto dei 14 anni di eta'. Anziani ( al di sopra dei 65 anni): puo' essere impiegato il dosaggio abituale p revisto per gli adulti.   CONSERVAZIONE: Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conser vazione.   AVVERTENZE: La possibilita' di eventi avversi sistemici con l'applicazione del far maco non puo' essere esclusa se il preparato viene usato su aree cutan ee estese e per un periodo prolungato. Il farmaco deve essere applicat o solamente su cute intatta, non malata, e non su ferite cutanee o les ioni aperte. Non deve essere lasciato entrare in contatto con gli occh i o membrane mucose e non deve essere ingerito. Interrompere il tratta mento se si sviluppa rash cutaneo dopo applicazione del prodotto. Il m edicinale puo' essere usato con bendaggi non occlusivi, ma non deve es sere usato con un bendaggio occlusivo che non lasci passare aria. Il f armaco contiene glicole propilenico e butilidrossitoluene.   INTERAZIONI: Poiche' l'assorbimento sistemico di diclofenac a seguito di un'applica zione topica e' molto basso, le interazioni sono molto improbabili.   EFFETTI INDESIDERATI: Gli effetti indesiderati includono reazioni cutanee lievi e transitori e al sito di applicazione. In casi molti rari, si possono verificare r eazioni allergiche. Gli effetti indesiderati sono elencati di seguito per organo, apparato/sistema e per frequenza MedDRA. Le frequenze sono definite come: molto comune (>= 1/10) comune (>= 1/100 a <1/10); non comune (>= 1/1.000 a < 1/100); raro (>=1/10.000 a < 1/1.000); molto ra ro (< 1/10.000) non nota. Infezioni e infestazioni. Molto raro: rash c on pustole. Disturbi del sistema immunitario. Molto raro: ipersensibil ita' (inclusa orticaria), angioedema. Patologie respiratorie, toracich e e mediastiniche. Molto raro: asma. Patologie della cute e del tessut o sottocutaneo. Comune: dermatite (inclusa dermatite da contatto); ra ro: rash, eritema, eczema, prurito; molto raro: dermatite bollosa. Rea zione di fotosensibilita', reazioni allergiche. La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale e' importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale.   GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO: La concentrazione sistemica di diclofenac confrontata con formulazioni orali, e' piu' bassa dopo somministrazione topica. Facendo riferiment o all'esperienza con trattamento con FANS per somministrazione sistemi ca, si raccomanda quanto segue: l'inibizione della sintesi di prostagl andine puo' interessare negativamente la gravidanza e/o lo sviluppo em brio/fetale. Risultati di studi epidemiologici suggeriscono un aumenta to rischio di aborto e di malformazione cardiaca e di gastroschisi dop o l'uso di un inibitore della sintesi delle prostaglandine nelle prime fasi della gravidanza. Il rischio assoluto di malformazioni cardiache aumenta da meno dell'1%, fino a circa l'1,5%. Si ritiene che il risch io aumenta con la dose e la durata della terapia. Negli animali, la so mministrazione di inibitori della sintesi di prostaglandine ha mostrat o di provocare un aumento della perdita di pre e post- impianto e di m ortalita' embrio-fetale; inoltre, un aumento di incidenza di varie mal formazioni, inclusa quella cardiovascolare, e' stato riportato in anim ali a cui erano stati somministrati inibitori di sintesi delle prostag landine, durante il periodo organogenetico. Durante il primo e il seco ndo trimestre di gravidanza, diclofenac non deve essere somministrato se non in casi strettamente necessari. Se diclofenac e' usato da una d onna in attesa di concepimento, o durante il primo e secondo trimestre di gravidanza, la dose deve essere mantenuta piu' bassa possibile e l a durata del trattamento piu' breve possibile. Durante il terzo trimes tre di gravidanza, tutti gli inibitori della sintesi di prostaglandine possono esporre il feto a: tossicita' cardiopolmonare (con chiusura p rematura del dotto arterioso e ipertensione polmonare); disfunzione re nale, che puo' progredire in insufficienza renale con oligo-idroamnios ; la madre e il neonato, alla fine della gravidanza, a: possibile prol ungamento del tempo di sanguinamento, ed effetto antiaggregante che pu o' occorrere anche a dosi molto basse; inibizione delle contrazioni ut erine risultanti in ritardo o prolungamento del travaglio. Diclofenac e' controindicato durante il terzo trimestre di gravidanza. Come altri FANS, diclofenac passa nel latte materno in piccole quantita'. Tuttav ia, alle dosi terapeutiche del prodotto non sono previsti effetti sul lattante. A causa della mancanza di studi controllati in donne che all attano, il prodotto deve essere usato durante l'allattamento solo sott o consiglio di un professionista sanitario. In questa circostanza, il farmaco non deve essere applicato sul seno delle madri che allattano, ne' altrove su aree estese di pelle o per un periodo prolungato di tempo.

Aggiungi al carrello

16,17

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello